DECRETO LIQUIDITA’ E DIRITTO FALLIMENTARE

Il Decreto Legge n. 23 dell’8 aprile 2020 si occupa anche del diritto fallimentare.

In estrema sintesi si prevede:

  • il differimento dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza al 1° settembre 2021 (art. 5);
  • l’improcedibilità dei ricorsi per la dichiarazione di fallimento e dei ricorsi per l’accertamento giudiziario dello stato d’insolvenza anteriore alla liquidazione coatta amministrativa e/o alla amministrazione straordinaria, depositati nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e il 30 giugno 2020, ad eccezione della richiesta presentata dal pubblico ministero quando nella medesima è fatta domanda di emissione dei provvedimenti di cui all’art. 15, VIII co., L. Fall.;
  • la proroga di sei mesi dei termini per l’adempimento dei concordati preventivi e degli accordi di ristrutturazione già omologati, aventi scadenza nel periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021 (art. 9);
  • la possibilità per il debitore di ottenere un termine di 90 giorni per depositare una nuova proposta di concordato preventivo o un nuovo accordo di ristrutturazione prima dell’omologazione (art. 9);
  • la possibilità di prorogare i termini di adempimento del concordato preventivo e/o dell’accordo di ristrutturazione per un massimo di sei mesi, mediante il deposito, da eseguirsi sino all’udienza fissata per l’omologa, di una memoria contenente l’indicazione dei nuovi termini (art. 9);
  • la possibilità per il debitore che aveva depositato un ricorso per l’ammissione al concordato preventivo in bianco, con termine per il deposito del piano e della proposta concordataria già prorogato dal Tribunale, di chiedere la concessione di un’ulteriore proroga sino a novanta giorni, anche nei casi in cui è stato depositato ricorso per la dichiarazione di fallimento; l’istanza dovrà indicare gli elementi che rendono necessaria la concessione della “nuova” proroga con specifico riferimento ai fatti sopravvenuti per effetto dell’emergenza epidemiologica COVID-19 (art. 9).
Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.