DECRETO LIQUIDITA’ E DIRITTO DEL LAVORO

Il Decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23 recante “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali” (il “Decreto”) ha introdotto due importanti misure di impatto immediato per i lavoratori.

La prima ha esteso l’accesso ai trattamenti di integrazione salariale previsti dal Decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020) anche ai lavoratori assunti dopo il 23 febbraio e fino al 17 marzo 2020.

La seconda ha eliminato il pagamento dell’imposta di bollo che le aziende, secondo la vigente normativa, avrebbero dovuto versare per presentare la domanda di cassa integrazione in deroga. Questo provvedimento anticipa il prossimo decreto legge di aprile (atteso entro la metà del mese), che metterà a disposizione circa 15 miliardi di aiuti per lavoratori e famiglie.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.